ESPRIMIAMO VIVO APPREZZAMENTO

le officine di poesia lin iniziano il 2013 ripescando una composizione del 2008 basata sul discorso del presidente della repubblica, ovvero sulla sclerotizzazione verbale istituzionale – un settennato, il suo, in cui ritiene di aver assolto il

.

condiviso l’unanime orientamento

un franco e costruttivo confronto

presidio di stabilità e coesione

gli equilibri tra le istituzioni possono modularsi variamente

del rigore e della misura

al fine di meglio assicurare le esigenze di efficienza

non sono ovviamente in discussione

qualunque comportamento impropriamente protagonistico

solo la effettiva cooperazione

invito da lui stesso formulato

in un clima di ingiusta delegittimazione

nel reciproco rispetto

il ristabilimento di valori spirituali e morali

presidio di stabilità e coesione

radicarsi di tensioni e opacità

dell’obbiettività e imparzialità

purtroppo clamorosamente manifestati

assicurarne il sollecito superamento

condiviso l’unanime orientamento

invito da lui stesso formulato

una pacata e puntuale riflessione critica

richiamare il senso dei limiti e degli equilibri

la magistratura non può non interrogarsi su sue corresponsabilità

non è forse questa una condizione essenziale

non è forse questo il più valido presidio

del superamento di elementi di disordine e tensione

al fine di meglio assicurare le esigenze di efficienza

o chiaramente strumentale ad altri fini

un clima di ingiusta delegittimazione

richiamare il senso dei limiti e degli equilibri

la magistratura non può non interrogarsi su sue corresponsabilità

non è forse questa una condizione essenziale

non sono ovviamente in discussione

per evitare l’insorgere di contrasti

assicurarne il sollecito superamento

atteggiamenti più ponderati più misurati

una pacata e puntuale riflessione critica

ristabilimento di valori spirituali e morali

gli equilibri tra le istituzioni possono modularsi variamente

un’aperta seria non timorosa riflessione

del rigore e della misura

per evitare l’insorgere di contrasti

solo la effettiva cooperazione

un franco e costruttivo confronto

espresso rinnovata fiducia

radicarsi di tensioni e opacità

dell’obbiettività e imparzialità

purtroppo clamorosamente manifestati

un pacato riconoscimento delle funzioni ordinatrici

vicende che hanno destato clamore e sconcerto

nel reciproco rispetto

un’aperta seria non timorosa riflessione

un pacato riconoscimento delle funzioni ordinatrici

vicende che hanno destato clamore e sconcerto

ritornare sul tema degli equilibri costituzionali

o chiaramente strumentale ad altri fini

non è forse questo il più valido presidio

qualunque comportamento impropriamente protagonistico

ritornare sul tema degli equilibri costituzionali

espresso rinnovata fiducia

superamento di elementi di disordine e di tensione

atteggiamenti più moderati più misurati

c’è qualche inesattezza

espresso rinnovata fiducia

ristabilimento di valori spirituali e morali

richiamare il senso dei limiti e degli equilibri

la magistratura non può non interrogarsi su sue corresponsabilità

non è forse questo il più valido presidio

dell’obbiettività e dell’imparzialità

purtroppo clamorosamente manifestati

per evitare l’insorgere di contrasti

vicende che hanno destato clamore e sconcerto

solo la effettiva cooperazione

lo stato non era neutrale né impotente

atteggiamenti più ponderati più misurati

appunto perché il movimento fascista ne era il principale sostegno

benefici mantenuti parassitariamente

anche quando la funzione da cui erano giustificarti era morta

un clima di ingiusta delegittimazione

nel reciproco rispetto

presidio di stabilità e coesione

non è forse questa una condizione essenziale

un pacato riconoscimento delle funzioni ordinatrici

qualunque comportamento impropriamente protagonistico

chiaramente strumentale ad altri fini

la prerogativa non può non essere

involucri senza contenuto sociale e funzionale

franco e costruttivo confronto

radicarsi di tensioni e opacità

al fine di meglio assicurare le esigenze di efficienza

appunto perché il movimento fascista ne era il principale sostegno

la prerogativa non può non essere

involucri senza contenuto sociale e funzionale

condiviso l’unanime orientamento

invito da lui stesso formulato

ritornare sul tema degli equilibri costituzionali

gli equilibri tra le istituzioni possono modularsi variamente

assicurarne il sollecito superamento

strettamente legata alla funzione sociale

benefici mantenuti parassitariamente

un’aperta seria non timorosa riflessione

superamento di elementi di disordine e di tensione

c’è qualche inesattezza

e all’esplicazione di determinati doveri

una pacata e puntuale riflessione critica

non sono ovviamente in discussione

strettamente legata alla funzione sociale

lo stato non era neutrale né impotente

e all’esplicazione di determinati doveri

anche quando la funzione da cui erano giustificati era morta

del rigore e della misura

appunto perché il movimento fascista ne era il principale sostegno

anche quando la funzione da cui erano giustificati era morta

c’è qualche inesattezza

strettamente legata alla funzione sociale

la prerogativa non può non essere

e all’esplicazione di determinati doveri

involucri senza contenuto sociale e funzionale

benefici mantenuti parassitariamente

lo stato non era neutrale né impotente