DIARANZICO #9

.

diario+romanzo+dinamico

.

un sito pubblica alcune poesie di una ragazza classe 85: la prima poesia della ragazza classe 85 inizia con la frase quale dizione trattengono | le cose? – la ragazza classe 85 utilizza le parole intercapedine e inanella, e il campo semantico voce-spazio-vuoto-nulla: ma il tuo nome è arrivato | sopra a un nulla, scrive a un certo punto: ma adesso ascolto solo la notte | sradicata – segue una serie di citazioni tratte dai commenti: poesie modulate su motivi profondi, esistenziali: ricorrono emozioni forti: un equilibrio (leopardianamente) perfetto tra forma e sentimento: apprezzo molto, soprattutto la limpida stesura del verso e l’attesa: un intenso equilibrio tra lirismo e riflessione filosofica: è così interessante questa fascinazione per il suono: aprono spazi vuoti che vengono riempiti dall’eco dell’anima – alcuni testi della ragazza classe 85 sono apparsi sull’almanacco dello specchio e appariranno a settembre sulla rivista poesia

.

che i sofficini chissà che pensavo, poi alla fine sono dei panzerotti industriali: eh: sì sì è vero ma devi provare quelli ai funghi porcini – sono dei piccoli panzerotti industriali, che è tutta la pubblicità, tu non hai fame: sì comunque quelli ai funghi porcini sono buoni: e pure quelli prosciutto e formaggio non sono male

.

[continua]


DIARANZICO #8

.

diario+romanzo+dinamico

.

iniziava con uno stereotipo: caffè sigaretta cacata; poi si girava: il gruppo dei 30 stava entrando con calma in casa: erano 30 membri a rotazione, ma sempre 30 individui – da questo si può intuire come la prima difesa dai predatori sia il rimanere in un branco compatto, e questa è la ragione per cui l’essere umano è un animale gregario, che cerca cioè di stare assieme e vicino ai suoi simili – il personaggio sapeva bene che anche quando cercassimo di evitare le connessioni e quindi tentassimo di isolare un’azione, quest’azione viene isolata rispetto a una nostra decisione: aveva quindi deciso di restare fermo e di allontanarsi fino alla stazione successiva: i primi 9 link portavano tutti a un testo di ligabue – nel 1993 il gruppo pubblicava il primo studio completo sui derivati otc, il derivatives: practices and principles; nel 1993 prendeva il via la rivista wired; nel 1994 la netscape corporation introduceva il primo browser web commerciale; nel 1994 nasceva laura natalia esquivel, attrice e cantante argentina famosa per aver interpretato il ruolo di patty castro nel telefilm il mondo di patty; nel 1995 la microsoft presentava windows 95, il primo sistema operativo a 32 bit per il grande pubblico; nel 1996 la nike produceva lo spot del colosseo con cantona che alla fine bucava un portiere-demone; nel 1996 la polaroid realizzava una fotocamera digitale da 1 megapixel – il personaggio ora si muoveva da sinistra a destra, poteva saltare, salire o scendere scale, combattere nemici e collezionare oggetti: partiva repentinamente al galoppo quando, durante una sosta, uno degli altri personaggi partiva all’improvviso: non è raro, in questi casi, osservare tutti gli altri personaggi che si gettano all’inseguimento del fuggitivo – segue frammento unilaterale di conversazione telefonica: ogni quanto la paghi st’assicurazione eh lo so ma intanto vedi un po’ se riesci a trovare sì lo so però quando io ho avuto qualcosa che non andava il problema è un po’ di tutti na volta una cosa na volta l’altra quindi insomma c’è sempre qualcosina in famiglia che c’hanno mo tutti quanti purtroppo navighiamo in brutte acque eh e lo so ma eeh vedi un po’mi senti pronto e niente ci siamo sentiti forse 15 giorni fa mo sto mettendo apposto tutte le carte che domani devo andare da sto notaio mo devo vedere se vanno bene ste carte mo piano piano devo vedere anch’io piano piano dobbiamo venirne fuori ti saluto ciao ciao fammi sapere qualcosa ciao – il personaggio decideva di rientrare: doveva ora affrontare un gran numero di nemici dalla scarsa rilevanza se presi singolarmente, ma letali in gruppo, e ogni tanto incontrava tremendi boss difficili da battere: film fantascientifici sbancavano i botteghini internazionali, mentre il produttore giapponese non sembrava aver esaurito le frecce al proprio arco – nota: tra le difficoltà che possono insorgere dalle doti di memorizzazione del personaggio c’è il problema della rieducazione: spesso i personaggi non hanno un unico proprietario ma cambiano più volte di mano durante la loro vita: ovviamente ciascuno insegnerà al personaggio a modo suo e può facilmente accadere che un personaggio che abbia appreso un determinato ordine o esercizio, fatto in un certo modo, si trovi in difficoltà con noi che vogliamo farglielo fare in maniera diversa: il personaggio si troverà pertanto in una situazione di dissonanza

.

[continua]


DIARANZICO #7

.

diario+romanzo+dinamico

.

un buon titolo per un racconto può essere nuovi fenomeni di liquefazione a uccivello di cavezzo; un altro bel titolo è che cosa vuole da noi la merda? – c’erano 6 macchie: 2 più grandi 2 collegate tra loro da una specie di mini-cordone ombelicale e una piccolissima – poi c’è un altro titolo, dal primo verso di una canzone operaia americana: vogliamo rifare diverse cose

.

il dottore specialista aveva un braccialetto di plastica nero: sopra c’era scritto 9/11 memorial; un ex cantante di successo degli anni 80 veniva ripescato per un’esibizione in tv; la donna, disperata, fuggiva con i bambini: le vite dei 3 si incrociavano nella disperata ricerca di una risposta a che cosa ci sia dopo la morte – nel sequel le tensioni tra i ribelli crescono con l’avvicinarsi della data stabilita per l’attacco alla base aliena – il magnate rockefeller, persona molto sensibile (come un cavallo da corsa), diceva: il mio piano era chiaro nella mia mente (ed era giusto, in coscienza lo sapevo), era giusto, fra me e il mio dio

.

[continua]


DIARANZICO #6

.

diario+romanzo+dinamico

.

dopo 25 anni di matrimonio, un uomo accusa i primi sintomi del morbo di alzheimer: un pilota automobilistico ormai maturo viene richiamato alle gare per affiancare un giovane talento: personaggi eventi dati psicologici tutto si va pietrificando via via che lo si racconta – un serial killer tornerà in vita per assassinare i 7 bambini nati il giorno in cui lui fu ucciso 16 anni prima, la sua esperienza sarà di grande aiuto per il ragazzo, ma la villa sembra abitata da presenze misteriose e l’arrivo di 3 ambigui domestici peggiora le cose: la narrazione vince l’assurdo di tradurre l’azione in rappresentazione perché riconosce che il fatto è un astrazione – ferito da un suo allievo, un professore viene trasferito da new york a los angeles: ne deduce, così, che il suo vero padre non è quello che crede e comincia a cercarlo, ma non ha fatto i conti col joker: se i personaggi raccontati sono dei documenti, i personaggi narrati sono dei testimoni 

.

lista dei programmi condotti da enrico papi nella sua carriera: unomattina la banda dello zecchino chiacchiere di enrico papi papi quotidiani verissimo buona domenica sarabanda sapore d’estate beato tra le donne matricole l’anello debole meteore papirazzo 3 2 1 baila l’imbroglione il gioco dei 9 la pupa e il secchione distraction prendere o lasciare la ruota della fortuna jackpot fate il vostro gioco il colore dei soldi centoxcento trasformat

.

[continua]


DIARANZICO #5

.

diario+romanzo+dinamico

.

il paese era pieno di ragnatele quando camminava capitava di investirne qualcuna poi con le dita cercava di togliersi quei fili invisibili quando andava a scuola la mattina addormentato era facile spesso ne beccava di enormi tra un palo della luce e un segnale stradale o tra una colonnina e il muro di una casa o in campagna certe volte ce ne sono certe che sembrano grandissime anche se poi non sono molto grandi e c’è impigliato qualche insetto tutto rattrappito è venuta la parola rattrappito anche se non è una parola adatta a un insetto un insetto più che altro – quante volte si domandava se questo non sia altro che scrittura, in un tempo in cui corriamo verso l’inganno fra infallibili equazioni e macchine di conformismi: non sempre il montaggio è giusto il montaggio non è sempre giusto come per esempio mescolando alcuni tipi di fertilizzanti in libera vendita si ottengono esplosivi molto potenti e molto meno ingestibili delle bombole di gas

.

piccola dissertazione intorno alla parola fottuto: è buona regola usare la parola fottuto come participio passato – esempio: ti hanno fottuto, sei stato fottuto, minghiò – oggi invece si usa come aggettivo, che oltre a essere cacofonico al massimo – esempio: non sono un fottuto giornalista eroe, il mio fottuto rap – lo fanno gli americani del cazzo / i cazzo degli americani: la nostra parolaccia nazionale è cazzo, non fuck (suona strano scrivere la nostra parolaccia nazionale, ma i sinonimi sono volgarità oscenità sconcezza brutta parola) – conclusione: sbirri e gangsta, se togli the wire, hanno contribuito a rovinarci

.

[continua]


DIARANZICO #4

.

diario+romanzo+dinamico

.

l’effetto in tutta europa è immediato: tutto l’immediato in effetto è europa: in effetti l’europa è un tutto immediato: in europa il tutto è in effetto immediato: non viene esclusa neanche l’ipotesi che a fare la telefonata sia stato un mitomane, ma in un momento come questo non ti preoccupare, il bando lo faranno per noi – scuoteva la testa, disperata: questo posto potrebbe essere controllato; immagino tu abbia ragione

.

stamattina c’era tempo ma non riusciva a scrivere niente: si potrebbe, certo, fare un po’ di retorica – dal balcone potrebbe entrare qualche lucertola, ma simboli non ce ne sono dove non c’è intenzione – sono solo cose immagini oggetti voci; ogni tanto bisogna ridere: si può creare un elenco, è facile con google è facile – l’importanza deriva dalla possibilità che questo particolare diventi oggetto di una classificazione universale: stamattina c’era tempo ma non riusciva a scrivere niente

.

avere un canale su youtube dove fai video dove sei sempre in primo piano e esce in sovrimpressione a un certo punto california style: tale condizione assume i tratti più suggestivi di una qualsiasi altra situazione analoga che si viene a creare, gonfiore delle guance, impossibilità di masticare, eccetera – ci sono 5 rimedi naturali contro la stanchezza ma 4 di questi erano operai al lavoro nei rispettivi turni di notte: il crollo del tetto del capannone non ha lasciato loro scampo; le leggi del mercato non dovranno essere intaccate, bensì dovremo fare in modo che le istituzioni siano tali per cui proprio le leggi del mercato, e soltanto esse, costituiscano il principio della regolazione economica generale e, di conseguenza, fungano da principio della regolazione sociale – la lezione con il professor foucault potrebbe lasciare il posto a un senso di indolenzimento che può tuttavia irradiarsi per una buona metà del viso fino al collo 

.

[continua]


DIARANZICO #3

.

diario+romanzo+dinamico

.

alla notizia che esiste un web nascosto, una rete invisibile ai motori di ricerca, il detective sentiva svanire la propria rabbia; dopo 15 righe di banalità e luoghi comuni (la frase favorita era mi avevano detto che sei uno che fa il furbo), si avviava verso la porta, poi ci ripensava, si sedeva sul pavimento con la schiena appoggiata al muro – la disciplina crea l’essenza dell’esercito: si tratta però di una duplice disciplina: una disciplina palese e una segreta; sul blog dello scrittore giulio mozzi ci sono 17 lezioni video per inventare e raccontare storie: gratis

.

ogni 3 / 4 mesi su anobii c’è qualcuno o qualcuna che mi chiede di vendergli o di venderle il libretto su federer di david foster wallace: a una una volta gliel’ho pure detto che non è niente di che, che è molto meglio il pezzo di wallace sul tennista michael joyce, ma loro lo vogliono uguale – non è il fatto quello che interessa, quindi il racconto non serve a niente; quelle erano solo parole, questo la faceva sentire tagliata fuori da una parte importantissima della propria vita: almeno 5 mesi per un’ecocardiografia, più di 4 per un’ecografia ginecologica o transvaginale – scusa l’intrusione, scrivono, scusa l’interruzione

.

 

rimasto solo, provava, quasi per un momento, un senso amaro di vittoria: in fondo credo che il punto sia estremamente semplice: sono poche le persone che mi fanno girare la testa, la maggior parte mi fa girare solo le palle aspettare è doloroso dimenticare è doloroso perché oggi ci sei amo le scatole e quando si tratta di te io non – la prima persona fa sempre un po’ paura; ella non diceva nulla questa volta: lui diceva allora senza voltarsi e quindi ho riunito pochi amici e abbiamo cominciato quest’avventura, così

.

[continua]