BALLATA SERIALE #49

il vicequestore palizzi è ipereccitato – con il vuoto mentale il compito si esaurisce da sé – se non ci mettiamo d’accordo verremo spazzati via – il vicequestore sta aspettando di chiarire alcuni punti importanti – se fosse in buona se fosse in buona sarebbe la cosa migliore di tutte così una volta per tutte capiscono come cazzo funzionano ‘ste cose se no fanno ipotesi sempre più

a terra cera ancora un lago di sangue

lo scrittore stava finendo un libro

scritto a 4 mani con il suo agente

il vicequestore cadeva dalla sedia

sul fianco destro il braccio destro

piegato la mano tremava le dita

tremavano ruttava di continuo

sbatteva i pugni sul bancone del bar

la posizione del corpo

è come un biglietto da visita

la morsicava sul collo la prendeva

a calci graffiava si mangiava le unghie

fino a arrivare alla carne delle dita

tagliando le orecchie col coltello e

mostrandole alla telecamera e poi

andate a stendere con un pennello

allattaccatura delle ciglia

lincessabile e incontrollabile voglia

di muovere le gambe fortificandone

la muscolatura e affinandone i contorni

e idratare attentamente la pelle

delle estremità del nostro corpo

come mani piedi naso e orecchie perché

i capelli rasati a zero e una croce

disegnata in cima alla testa per non

essersi impegnato ricrescono giusto

in tempo per non dormiva pi ù  la notte

aveva incubi a occhi aperti escrescenze

ossee laceravano i tendini svuotandone

la sacca e eliminando la cartilagine

interna a terra cercava suoi denti

il corpo sente latmosfera

di una profonda scollatura che lascia

intravedere la schiena nuda era nato

con gli organi digerenti nel torace

accanto al cuore anziché nella pancia

eliminando limpressione di possedere

guance troppo paffute dopo un volo

di 10 metri è finito a terra sullasfalto

sbattendo la faccia e il mento

intervallo

il vicequestore cacciava fuori

la lingua poi saltellava via

sal tel lava a passo di danza

segue un appello rivolto

a tutti i professionisti del settore

quando la mente viene mantenuta immobile

quando ero rinchiusa da pi ù  di un mese

i sensi si placano e a questo stadio si apre

ricordo che non riuscivo neanche più

la porta della conoscenza suprema che conduce

a sognare del mondo esterno e mi risultava

a una mistica emancipazione della mente

difficile persino immaginarmi fuori

e del corpo senza implicare il quietismo

da quella casa

assoluto del nirvana 

[49. continua]

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...