BALLATA SERIALE #41

ovvero

UN’INFINITA SPERANZA NELL’ALBA

(un titolo di henry david thoreau per una ri-composizione da heinrich heine***)

.

sul supercargo mynheer von koek

seduto in cabina faceva conti

quanto valore abbia la merce

e a quanto lutile ammonti

.

dopo lo scandalo scoppiato in estate

per controllare i prodotti in eccedenza

le regole di calcolo erano state ribaltate

nella speranza di avere più trasparenza

.

smonta nei fatti le opposizioni

e i pregiudizitra oppressi e padroni

ma quando soldi più non hai

ognuno ti volge le spalle vedrai

.

un mercato quasi 5 volte più grande

del prodotto interno lordo del mondo

intero non temeva di lasciare in mutande

un vecchio continente ormai moribondo

.

questa poesia è tutta qua

leconomia non sia il casus belli

e intimamente senza atti ribelli

la patria pian piano evolvendosi va

.

la libertà stancava presto le masse

così la repubblica degli animali

voleva che un unico la governasse

con mezzi dittatoriali

.

si arma il borghese a difesa

scampanano i preti a distesa

pericola il perno leticità

del nostro stato la proprietà

.

qualcosa di più grande dellimmaginazione

umana come il numero di stelle l’ infinito

delluniverso sbagli non puntare il dito

contro laccettazione della rieducazione

ci sono varianti disponibili

scegli la tua rima preferita

contro il delirio di sovrapproduzione

contro le strategie di comunicazione

contro la benedizione dellispirazione

contro la manipolazione della liberazione

oppure trovane un’  ‘altra

 .

il vicequestore si guardava attorno

stranito si stava convincendo

che i grossi problemi dellaltoforno

fossero colpa di chi sta leggendo

.

e dei media mainstream che tutto il giorno mandano

segnali di disattenzione e incentivi incoerenti

ma qui le rime cambiano

e cambiano gli eventi

.

2 concorrenti un po nervosi

per conciliare le rispettive esigenze

assumevano agenti anestetici endovenosi

secondo rigorose sequenze

.

stavano in dolce unione

in un amore etereo

lei con la mestruazione

e lui col mal venereo

 .

volevo trovare un altro verso con delirio

ma ormai la parola si usa solo per attori

cantanti e sportivi che con o senza onori

si offrono sorridenti al pubblico martirio

 .

togliendo al delirio la sua confusione

lirrazionalità pura le direzionidisparate

fai attenzione non c’è spiegazione

quando spariscono le abituali coordinate

.

il concorrente numero 6 voleva dedicare

allaltra concorrente prima del duello

qualche stornello senza esagerare

ecco di seguito il suo ritornello

.

tagliare voglio lanima mia

e infonderne in te la metà

e avvincerti in unarmonia

di psicocorporeità

 .

il vicequestore ora sorrideva

tutto beato in cuor suo credeva

che fossero finiti i versi insensati

e era il momento ma i letterati

formavano ancora un gaietto coro

nessun genio era nato fra loro

ma il genio a che pro ben più confacenti

ci sono gli onesti modesti talenti

gente morale brave persone

son fatti in serie la massa impone

.

*** heinrich heine (1797-1856) è conosciuto più che altro come campione del romanticismo, nonostante la sua ininterrotta tensione compositiva, spesso autoironica e violentemente satirica – i versi provengono dalla splendida traduzione di ferruccio amoroso (nei volumi nuove poesie – atta troll – germania ultimo canzoniere – poesie sparse e postume, riccardo ricciardi editore: milano-napoli 1967;1968) – chiaramente, si tratta di libri fuori commercio mai più ristampati né riapparsi con una nuova traduzione

[41. continua]

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...