BALLATA SERIALE #31

il vicequestore palizzi riprende la scena per farci un video – e come risultato l’invisibile diventa reale – formare frasi grammaticali corrette è per l’individuo normale la condizione preliminare di ogni sottomissione alla legge sociale – il vicequestore oggi non discuterà di urbanistica – il principio di contraddizione non trova alcun posto nella loro logica

arrivavano ogni sera

su enormi pullman-limousine

bianchi con i vetri oscurati

il vicequestore stereotipato

alzava a scatti la testa

per annusare l’aria

che si manteneva nei limiti

aaaaaaaaaaaariaa

imposti dalla normativa vigente

quello che fiutava

non gli piaceva per niente

considerazione preliminare

ricordate che le cose e le azioni

non sono necessariamente poetiche

in se stesse quella cretina della moglie

ha avuto il posto senza concorso

per esempio gli architetti non sono

quasi tutti disoccupati

il vicequestore era ora accompagnato

dal suo fedele animale guida

un cormorano con le piume gialle

non tutto giallo a chiazze

bisognava capire se c’era stata un’implosione

del pavimento oppure se la struttura

non avesse avuto un corretto montaggio

si invertono un attimo i ruoli

nel laboratorio ci cambiavano la maglia

e ripetevamo quello che ci dicevano di dire

iu meik mi fiil nanananana

l’ordine di comando

                     quando arriva

                                     deve essere ottemperato

il vicequestore cercava una ragazza

anche se non c’entrava nulla

ecco la risposta alla domanda

nel complesso gioco delle maschere

è possibile sbagliarsi anche se 3 milioni

e mezzo di dollari non sono molti

dopo i buoni risultati della scorsa settimana

non è mai stato così semplice

si erano dotati di una loro filosofia

semplice e rigorosa

non smettere mai di crescere

essere amichevole con chiunque incontri

agevolare l’interconnessione geoculturale

raccogliere miliardi di dollari

e nel dubbio accelerare

interruzione

i vostri istinti devono ora

essere deviati dalla loro meta

e inibiti nel loro scopo

un bambino biondo col maglione

rosso e nero a righe e una camicia

blu e le bretelle bianche guardava

delle foto e indicava con il dito

il vicequestore e carla erano rimasti soli

in mezzo a macchine lucide

spettacoli elettronici pilotati da esperti

nella confezione di immagini vincenti

e situazioni poco chiare

in agenda aveva scritto un appunto

una frase da utilizzare in varie occasioni

ecco cosa diceva

aveva cambiato il mondo per sempre

e aveva reso il genere umano più unito

[31. continua]

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...