BALLATA SERIALE #30

il vicequestore palizzi tira diritto – formula originale potenziata – il vicequestore non è più riuscito a sopportare le violenze che subiva in carcere – ma questa volta a uccidere non è il fuoco dei guerriglieri – more than 12 buildings on fire on stadiou and aeolu streets

nel novembre 2011 il vicequestore

si recava con un visto turistico

dove andava

a pechino

a fare cosa

di fatto

incontrava uomini d’ ‘affari italiani che vivono

o meglio lavorano a pechino

e alcuni interlocutori cinesi

segue una discussione

insomma bisogna anche capirli

odio la psicologia individuale

una volta si era molto più sicuri

al di là delle risposte più o meno

una pausa

la cosa straordinaria di questi giochi

è che non presentano un unico universo

sfaccettato o quantaltro unenergia

di regole quasi ogni singola carta

ha le proprie sei giovane te lo puoi

permettere vai là la polizia è a corto

di lacrimogeni e ha chiesto

ulteriori forniture e non ti preoccupà

un sistema di regole completa

mente opaco sterminato

poi un altro esempio

manca del testo aveva curato durante

la sua attività i contatti con la chiesa

clandestina errekappakappauno ma quale

trappola questa è la macchina

per produrre raggi x quello che non

sai fare è accontentarti

il personaggio era

sicuro di sé come se lo sapesse

con precisione

il vicequestiore era come-si-dice

come dentro a una bolla di sapone

se posso licenziarti quando

diventi vecchio o non produci

come dico io ti ricatterò

i treni regionali sono diventati tutti

lettorine blu regalo di fatine psicopatiche

ecco cosa si sentiva dai finestrini aperti

e noi nell’attesa della tua

venuta uniti agli angeli

e ai santi cantiamo con gioia

l’inno della tua lode

la creazione di valore è sempre più

caratterizzata da saperi immateriali

e simbolici se non vuoi essere cacciato

accetterai qualsiasi condizione

levidente sdegno popolare

e le fenditure dei secoli facevano da parentesi

anche se alla fine

NON ABBIAMO ALTERNATIVA

[30. continua]

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...