LE SONNET DE MARCEL

ovvero come ho imparato a smettere di preoccuparmi delle fesserie sulla madeleine e la memoria involontaria e ad amare la recherche – il sonetto è tratto dai guermantes edizione oscar mondadori 1970 

e così era lei a darmi per prima l’idea

che una persona non è come credevo

immobile e chiara davanti a noi

con le sue qualità i suoi difetti

 i suoi progetti e le sue intenzioni

ma che è un’ombra in cui non possiamo mai

penetrare per la quale non esiste in noi

conoscenza diretta sulla quale

ci facciamo un certo numero di opinioni

basandoci su parole o magari su atti

nozioni insufficienti e per giunta contraddittorie

 in cui possiamo di volta in volta immaginarci

con la stessa verosimiglianza

che brillano l’odio e l’amore

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...